Riabilitazione Neurologica

Come riconoscere e risolvere problemi neurologici

LA RIABILITAZIONE NEUROLOGICA

 

Le malattie neurologiche sono tra le situazioni sanitarie più delicate e complesse da trattare.

Le complicanze che ogni patologia neurologica può presentare sono davvero innumerevoli e necessitano pertanto di figure fisioterapiche, e non solo, preparate e specializzate.

La riabilitazione in queste patologie assume un’ importanza fondamentale dovendo andare a aiutare i pazienti a 360° dal punto di vista fisico, mentale e sociale, affinché possano riprendere in mano la propria vita nel miglior modo possibile.

COS’É LA RIABILITAZIONE NEUROLOGICA?

 

È una branca della riabilitazione che tratta il recupero funzionale nei pazienti colpiti da patologie neurologiche ovvero patologie che hanno interessato il Sistema Nervoso.

Si tratta di una riabilitazione che deve essere svolta in equipe attraverso un approccio multidisciplinare rivolto al paziente neurologico ma anche con una particolare istruzione alle loro famiglie.

Si basa sull’utilizzo di strategie fisiche ma anche strumentali per portare il paziente neurologico ad utilizzare al meglio le sue capacità psico-fisiche residue alla lesione.

Riguarda una riabilitazione, anzi un percorso di recupero, con tempi lunghi da 3 a 6 mesi, ma anche molto di più, con obiettivi a medio e lungo termine, la quale viene svolta sia in fase acuta sia in sub-acuta al danno neurologico.

QUALI SONO LE PATOLOGIE CHE VENGONO TRATTATE?

 

Le patologie neurologiche, come abbiamo visto precedentemente, riguardano un danno al Sistema Nervoso, formato dall’insieme del Sistema Nervoso Centrale e Periferico, sistemi che comandano e coordinano tutte le informazioni di input e output  di tutte le funzioni del nostro corpo.

Quando questi circuiti sono purtroppo danneggiati i segnali di comando-risposta del corpo sono alterati causando innumerevoli problematiche psichiche e motorie.

Quindi possiamo essere in presenza di pazienti colpiti da:

  • Ictus ischemico o emorragico
  • Ipossia cerebrale
  • Malattie degenerative ( Parkinson, Sclerosi Multipla, SLA)
  • Trauma cranici

con la presenza di deficit motori di:

  • Deambulazione
  • Equilibrio
  • Orientamento
  • Coordinazione

E anche deficit neurologici di:

  • Memoria
  • Attenzione
  • Visivi
  • Uditivi
  • Linguaggio

CHI SVOLGE LA RIABILITAZIONE NEUROLOGICA?

 

Come specificato precedentemente, la riabilitazione neurologica deve essere svolta in equipe con un team multidisciplinare di figure professionali specialistiche che cooperano in sinergia per adempiere a tutte le problematiche che purtroppo possono presentarsi in un paziente neurologico.

Infatti i disturbi motori, linguistici, cognitivi devono essere trattati da più figure specialistiche con un lavoro monitorato e incrementato nel tempo.

Le figure di riferimento sono:

  • Il medico neurologo
  • Il fisioterapista
  • Il terapista occupazionale
  • Il logopedista
  • Lo psicologo
  • L’infermiere
  • L’assistente sociale

Inoltre un ruolo di fondamentale importanza è il care-giver ovvero la figura di riferimento come un familiare o badante che deve essere accuratamente preparato per contribuire in maniere ottimale al lavoro di equipe professionale.

QUALI SONO I TRATTAMENTI SVOLTI DURANTE UNA  RIABILITAZIONE NEUROLOGICA?

 

Per trattare le problematiche neurologiche i fisioterapisti possono avvalersi di diverse tecniche di trattamento specifiche e validate dalla letteratura scientifica.

Infatti approcciarsi con tecniche sicure svolte da fisioterapisti laureati e specializzati in problematiche neurologiche è l’aspetto professionale più importante e anche l’unico che può portare a migliorare la condizione fisica e psichica di un paziente neurologico.

Le tecniche ad uso del fisioterapista specializzato sono:

METODO “BOBATH”

Uno dei metodi più utilizzato per trattamento di pazienti affetti da disturbi del movimento e di postura basato sul modello del “problem solving” ovvero basato al recupero funzionale attraverso un apprendimento propriocettivo e un lavoro tattile, visivo e uditivo, cercando di incrementare e sfruttare le capacità residue del paziente.

RIABILITAZIONE ROBOTICA

Utilizzo di apparecchiature e software all’avanguardia per andare a gestire e recuperare qui movimenti dell’arto superiore o inferiore colpiti da ictus.

MIRROR THERAPY

Viene utilizzato uno specchio dove il paziente dovrà osservare l’arto sano affinché in questo modo al riflesso dello specchio sembrerà di muovere l’arto patologico. Questo è un modo semplice di ingannare il cervello mostrando il movimento come se venisse effettuato dall’arto paretico andando cosi a sfruttare le capacità residue dell’arto leso.

METODO “PERFETTI” o ESERCIZO TERAPEUTICO CONOSCITIVO

Oprattutto per pazienti colpiti post ictus, emiplegia e spasticità.

METODO “KABAT” o FACILITAZIONE NEUROMUSCOLARE PROPRIOCETTIVA

Utilizzato per patologia con ipertono, dove di utilizzando stimolazione propriocettive per migliorare il movimento alterato, stimolando i muscoli a lavorare in allungamento e in contrazione.

INFORMATI CON IL NOSTRO BLOG

 

Trigger points

Trigger points

Lo sai che non esistoni i "nervi accavallati"?No, i nervi non si accavallano, ma può trattarsi di Trigger Point, un’area particolarmente dolorosa associata a un nodulo palpabile, contenuto all’interno della fascia, lo strato di tessuto connettivo che riveste i...

leggi tutto
Emicrania e cefalea

Emicrania e cefalea

Mal di testaGiugno è il mese della consapevolezza dell’emicrania e della cefalea, il momento giusto per scoprire di più sul tuo mal di testa! Cos'è?  La cefalea, comunemente chiamata “mal di testa” è la terza patologia più frequente nel mondo e la prima tra le...

leggi tutto
Ginnastica Ipopressiva e Diastasi

Ginnastica Ipopressiva e Diastasi

Cos’èLa Ginnastica Ipopressiva Addominale, anche chiamata ginnastica ipopressoria, è un metodo di riprogrammazione posturale ideato dal dott. Marcel Caufriez per trattare la diastasi dei retti dell’addome. Viene efficacemente impiegata in fase pre e post-chirurgica e...

leggi tutto
Incontinenza urinaria

Incontinenza urinaria

Cos'è l'incontinenza urinariaL’incontinenza urinaria è una problematica che in Italia interessa 2,5-3 milioni di persone, con un forte impatto sulla qualità della vita, specie a livello psico-emotivo e sociale.  A causa dell’imbarazzo nell’affrontare il problema,...

leggi tutto
Diastasi addominale

Diastasi addominale

Cos'è la diastasi addominaleCon questo termine s’intende l’allontanamento dei 2 muscoli retti addominali dalla linea alba, o linea mediana, una sottile striscia di tessuto connettivo non elastico che si estende dallo sterno al pube. Si parla di “diastasi addominale”...

leggi tutto
NEUROMODULAZIONE: Scopri i suoi benefici

NEUROMODULAZIONE: Scopri i suoi benefici

Cos’è la neuromodulazione? La neuromodulazione è una terapia strumentale che ha iniziato a svilupparsi negli anni ‘80 e utilizza microcorrenti a bassa e media frequenza. La neuromodulazione è indolore e non invasiva, consente di individuare e trattare aree dolorose,...

leggi tutto
Incontinenza fecale

Incontinenza fecale

Cos’è l'incontinenza fecale? L’incontinenza fecale è definita come “la perdita involontaria dall’ano di materiale fecale, solido, liquido o gassoso.”  Rientrano nell’ambito dell’incontinenza fecale anche il soiling, ovvero piccole perdite di muco e feci, e l’urgenza...

leggi tutto
Stitichezza

Stitichezza

Cos’è la stipsi?La stipsi, nota anche come stitichezza, è la difficoltà a svuotare del tutto o in parte l’intestino ed è una condizione che può impattare notevolmente sulla qualità di vita.  Spesso si accompagna a feci dure, dovute ad un eccessivo riassorbimento di...

leggi tutto

CONTATTACI

Prenota la tua prima visita e risolvi il tuo problema.